Territorio e paesaggio

Parchi e giardini

Parchi e giardini pubblici o privati, giardini storici di ville, di castelli o di grandi proprietà nobiliari, aree verdi pregevoli in contesto urbano o extraurbano. Un patrimonio da fruire e valorizzare

Parchi e giardini pubblici o privati, giardini storici di ville, di castelli o di grandi proprietà nobiliari, ma anche aree verdi pregevoli in contesto urbano o extraurbano. La banca dati dei parchi e giardini della regione Emilia-Romagna, attualmente (febbraio 2022) oggetto di ristrutturazione ed arricchimento, ambisce a diventare un punto di riferimento per chi ha piacere di conoscere i giardini, in prevalenza storici, pregevoli e meritevoli di valorizzazione sul nostro territorio.

A partire dagli oltre 980 parchi/giardini censiti dal Segretariato Regionale per l’Emilia-Romagna del MiC e tutelati da provvedimenti specifici ai sensi degli artt. 2, 10 e 136 del D.Lgs. 42/2004 (Codice Urbani), l’aggiornamento in corso è partito dal primo nucleo di 103 beni già attualmente schedati nella banca dati nata tra il 2009 e il 2013 grazie ad una ricognizione effettuata dalla Fondazione Villa Ghigi di Bologna su incarico dell’IBC-Istituto Beni Culturali (ora Settore Patrimonio culturale), con finalità di tree watching. Fra questi 103 Parchi e Giardini sono stati segnalati quelli tutelati dal Codice Urbani, che ammontano a 64.

Le schede, oggetto dell’aggiornamento complessivo, comprendono e descrivono tutti i parchi e giardini degni di nota sul territorio regionale, a partire da quelli di interesse storico e architettonico, comprendendo quelli al cui interno sono presenti alberature o piante di pregio, Alberi Monumentali d’Italia individuati dal Mipaaf ai sensi della L. 10/2013 o tutelati dalla Legge regionale n. 2/1977, e non trascurano parte dell’importante patrimonio privato non tutelato per legge ed accessibile al pubblico, che custodisce al suo interno luoghi incantevoli, dove natura, architettura e paesaggio si intersecano mirabilmente.

Accedi alla banca dati
La banca dati attualmente consultabile dà accesso alle schede curate dalla Fondazione Villa Ghigi. Credits (Emanuela Rondoni, Ivan Bisetti, Paolo Donati, Teresa Guerra, Valentina Bergonzoni, Monica Soracase, Mino Petazzini. Immagini di Andrea Scardova e Costantino Ferlauto, Valentina Bergonzoni, Paolo Donati, Teresa Guerra ed Emanuela Rondoni). 

 

Link:

Web-gis del Patrimonio Culturale dell’Emilia-Romagna - mappa dei beni culturali tutelati e relative informazioni messe a disposizione dal Segretariato Regionale per l’Emilia-Romagna del MiC

Tourer  - Esplora il patrimonio culturale dell'Emilia-Romagna

 

A chi rivolgersi

Fabio Falleni (PO promozione della qualità del paesaggio e della natura)
fabio.falleni@regione.emilia-romagna.it

Giovanna Daniele
giovanna.daniele@regione.emilia-romagna.it

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/12/05 14:28:00 GMT+2 ultima modifica 2022-04-07T11:25:44+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina