Storie matte di bimbi interrotti: biografie e fantasie di/su minori ricoverati al Roncati

Le vite dei bambini ricoverati nell’ex Ospedale psichiatrico provinciale “F. Roncati” immaginate e ricostruite a partire dalle cartelle cliniche conservate nell’archivio del manicomio

Il progetto intende valorizzare i materiali dell’archivio dell’ex Ospedale psichiatrico provinciale “Francesco Roncati”, prendendo in esame alcuni dei casi di bambini e bambine che furono ricoverati nelle istituzioni manicomiali bolognesi dal 1810 al 1950, oggetto della recente mostra “Il cortile dei fanciulli” curata dall’Istituzione “Gian Franco Minguzzi”.

Dopo una selezione dei casi a cura degli archivisti e dei docenti, gli studenti esamineranno le carte d’archivio relative a giovani ricoverati, per ricostruire con cura ed empatia il segmento biografico documentato della loro vita manicomiale.

Attraverso percorsi di rielaborazione e scrittura creativa poi, i ragazzi tenteranno di ridare pensieri e voce ai “bimbi matti”, mettendo a punto inoltre forme di comunicazione per la diffusione delle biografie e delle narrazioni, per strappare all’oblio almeno alcune di queste giovani vite sofferenti.

 

Progetto presentato da:

  • Liceo “Laura Bassi” di Bologna
  • Istituzione “Gian Franco Minguzzi” della Città metropolitana di Bologna

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/04/08 10:52:06 GMT+2 ultima modifica 2022-04-08T10:52:06+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina