giovedì,  20 giugno 2024

Una Boccata d’Arte 2024, a Berceto una nuova segnaletica d'artista

Quinta edizione per il progetto d'arte contemporanea che coinvolge ogni anno venti artisti in venti regioni d'Italia. In Emilia-Romagna il borgo di Berceto ospita l’intervento artistico di Sóley Ragnarsdóttir. Dal 22 giugno al 29 settembre 2024

Dal 22 giugno al 29 settembre 2024 torna Una Boccata d’Arte, il progetto d’arte contemporanea promosso da Fondazione Elpis che giunge alla sua quinta edizione. Ogni anno, 20 borghi e paesi di tutta Italia, uno per ogni regione, accolgono 20 interventi di 20 artiste e artisti italiani e internazionali, realizzati durante un periodo di residenza a contatto con il territorio e le comunità locali. Per la quinta edizione sono stati invitati solo artisti under 35 che, per la diversità della loro pratica e della loro ricerca, offrono un ampio sguardo sul panorama contemporaneo.
Per l'edizione 2024 in Emilia-Romagna è stato coinvolto il borgo di Berceto, in provincia di Parma, porta del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano e già riserva MAB Unesco.

Il borgo 
ospita un intervento realizzato dall’artista Sóley Ragnarsdóttir (Danimarca/Islanda, 1991), coordinato da Sofia Baldi Pighi. Qui Sóley Ragnarsdóttir ha sviluppato un progetto inedito, concepito in dialogo con il contesto che lo ha ospitato, la storia e le tradizioni locali.
Il suo progetto artistico, dal titolo Sign of Care indaga il potenziale simbolico della strada in un piccolo paese di confine lavorando sulla segnaletica stradale come strumento per spostare l’attenzione sulle altre specie che, insieme all’essere umano, vivono e transitano in questi antichi camminamenti. 
Sign of Care consiste di quattordici cartelli collocati tra Berceto e le sue tredici frazioni che disegnano un percorso alternativo, una mappatura fisica ed emotiva che mette in connessione questi piccoli paesi con un’opera d’arte che invade i 131 km2 del suo territorio.
Il progetto si è avvalso anche della consulenza scientifica del Settore Ambiente della Regione Emilia-Romagna che ha fornito all’artista elementi di conoscenza geologica e naturalistica del territorio per una lettura profonda del paesaggio e della sua evoluzione. 

“Conoscere i nomi dei tuoi vicini e delle rocce che definiscono il paesaggio ha un grande valore - commenta  Sóley Ragnarsdóttir - così come conoscere i nomi degli uccelli, dei fiori e dei funghi può renderci più attenti a loro. Questa familiarità può indurci a camminare più lentamente, con più delicatezza e fermarci per incontrare persone, animali e specie”.

Il percorso sarà inaugurato sabato 22 giugno 2024 alle 11 in piazza Duomo con una camminata di gruppo sulla Via Francigena e arrivo nella frazione di Castellonchio per le ore 12.

In Emilia-Romagna, Una Boccata d’Arte ha coinvolto nelle passate edizioni, con interventi site specific, mostre e installazioni, i borghi di Grizzana Morandi (2020), Portico e San Benedetto (2021), Montegridolfo (2022) e Travo (2023). In questa regione, sono rimaste permanenti le opere Portal (2022), di Diana Policarpo a Montegridolfo, e La montagna è ancora in movimento (2023), di Raghad Saqfalhait a Travo. Tutte le opere permanenti di Una Boccata d’Arte sono raccolte nella nuova sezione dedicata del sito www.unaboccatadarte.it, una mappa interattiva completa di approfondimenti.

Azioni sul documento

ultima modifica 2024-07-09T15:16:03+02:00
Questa pagina ti è stata utile?

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina