Arti visuali

Arte di età contemporanea

Le Arti del Novecento e del presente sono valorizzate attraverso censimenti, ricerche, documentazioni, banche dati, pubblicazioni e collaborazioni

È accezione comune che la storia dell’arte si conformi alle grandi periodizzazioni storiche mentre l’arte contemporanea è comunemente riferita all'insieme di poetiche e sperimentazioni artistiche sorte dopo la Seconda Guerra mondiale.

IBC, ora Settore Patrimonio culturale, ha sempre avuto uno sguardo culturale largo e profondo sui temi artistici e culturali, ha dapprima scelto di considerare le Arti del Novecento e del presente della regione come un bene culturale prezioso, da valorizzare e promuovere, attraverso censimenti, ricerche, documentazioni, banche dati, pubblicazioni, convegni, workshop, mostre, articoli, mostre virtuali, collaborazioni istituzionali, progetti integrati e europei, per poi espandere la geografia culturale dei suoi sguardi a tutte le arti di età contemporanea combacianti con la periodizzazione storica ad esse riferita, all’arco temporale che dalla fine dell’età moderna giunge ai nostri giorni (dalla fine del XVIII secolo al Duemila) e nel corso del quale si sono sviluppati gli elementi costitutivi del contesto spirituale e materiale in cui l’umanità oggi opera.

La geografia delle arti visuali di età contemporanea nella Regione Emilia Romagna affiora come una mappa completa ed interrelata dei luoghi e delle opere d’arte che la compongono e, con lo sguardo volto alle contingenze nazionali, europee e globali, essa non può che risultare che una porzione di tutti i beni storico-artistici che combinano il patrimonio culturale del territorio, ma esprime l’esempio emblematico della storia di immagini e forme che appartengono al susseguirsi e al sovrapporsi delle pluralità di poetiche dell’arte; e, soprattutto, narra la storia delle espressioni artistiche del territorio dall’età neoclassica al presente.

I Luoghi d'Arte Contemporanea in PatER

I luoghi d’arte contemporanea in Emilia-Romagna. Arti del Novecento e dopo, a cura di Claudia Collina

A chi rivolgersi


Claudia Collina (P.O Valorizzazione Patrimonio culturale)
Tel. 051 527 66 29
Claudia.Collina@regione.emilia-romagna.it

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/04/07 12:09:14 GMT+2 ultima modifica 2022-04-07T12:09:15+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina