Patrimoni fotografici: prosegue l’indagine

C’è tempo fino al 2 settembre 2022 per aderire alla mappatura dei beni fotografici conservati in Emilia-Romagna

È aperta anche nell'anno in corso l’indagine promossa dal Settore Patrimonio culturale della Regione per mappare e conoscere collezioni, raccolte e archivi fotografici conservati dagli enti sul territorio: fino al 2 settembre 2022, infatti, resta attivo online il questionario Conosciamo i patrimoni fotografici dell’Emilia-Romagna.

Continua con questa ricognizione il percorso avviato nel 2020 per costruire una rete regionale con l’obiettivo di diffondere e promuovere la cultura fotografica di ogni ambito e settore e programmare azioni per la valorizzazione del patrimonio esistente sul territorio. Il progetto, che propone anche percorsi di formazione riservati agli enti che aderiscono, prevede due momenti: la compilazione del questionario e l’adesione al portale del Censimento delle raccolte fotografiche in Italia.

Il questionario è rivolto a tutti gli enti, pubblici e privati, di ogni settore, che conservano a vario titolo beni fotografici (fondi, raccolte, collezioni o archivi) residenti in Emilia-Romagna. Al termine della ricognizione le nuove informazioni raccolte saranno analizzate e pubblicate in relazioni dettagliate e andranno a integrare la banca dati esistente, fondamentale per stabilire su quali bisogni impostare future azioni e per favorire la crescita degli enti e l’accessibilità del patrimonio.

Per la mappatura dei beni fotografici il progetto si avvale del portale Censimento delle raccolte fotografiche in Italia, il progetto coordinato dall’ICCD - Istituto centrale per il catalogo e la documentazione in partnership con Camera - Centro italiano per la fotografia: lo strumento rappresenta un punto di accesso unico per la condivisione, la consultazione e lo studio dei beni fotografici sul piano nazionale, rendendo accessibili le schede di enti, archivi e fondi fotografici con sistemi di navigazione, maschere di ricerca e mappe.
Ciascun ente può partecipare autonomamente al Censimento accreditandosi alla piattaforma e descrivendo i fondi fotografici detenuti tramite una scheda derivata dagli standard ministeriali. La compilazione è agevolata dalla strutturazione in campi che viene ripresa in parallelo nel questionario. Personale qualificato è a disposizione degli enti per supportare l’adesione a entrambe le proposte.

Per informazioni: Silvia Ferrari (telefono: tel. 339 6837 323; email: silvia.ferrari@regione.emilia-romagna.it).


> Il censimento dei patrimoni fotografici in Emilia-Romagna

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina