giovedì,  1 settembre 2022

I giorni del sole e del grano: i paesaggi di Alfredo Panzini

Alla Casa rossa di Bellaria-Igea Marina, dimora estiva dello scrittore Alfredo Panzini , una mostra ripercorre, attraverso i suoi libri e le immagini d’epoca, il paesaggio e la vita di campagna di un tratto di Romagna

La costruzione di Casa Panzini, detta Casa Rossa per via dell’intonaco esterno, risale al 1906, quando Alfredo Panzini (1863 - 1939), incoraggiato dai proventi delle prime opere letterarie, decise di fabbricarsi un villino a Bellaria, dove da anni si recava in villeggiatura con la famiglia, ospite di contadini e pescatori. L’abitazione a due piani, più uno interrato, è situata al confine nord di Bellaria Igea Marina in zona Cagnona, sul viale parallelo alla linea ferroviaria Rimini-Ravenna, che porta oggi il nome dello scrittore. All’epoca era l’ultima casa del paese, solitaria e immersa nella natura, disturbata soltanto dal passaggio del treno.

Oggi è una Casa Museo visitabile e, come ogni estate, propone una mostra che omaggia lo scrittore. 
Con la mostra I giorni del sole e del grano. Il pennino e la vanga”  si ripercorrono insieme  a Panzini, attraverso i suoi libri e le immagini d’epoca, i paesaggi e la vita di campagna nel territorio intorno alla Casa rossa di Bellaria. 
E' una vita in apparenza quieta e tradizionale, in realtà ricchissima di scoperte, nuove esperienze e visioni, trasfuse negli scritti. Scopriamo inoltre affinità sorprendenti con due scrittori – Pascoli e Comisso – da Panzini non molto distanti nel tempo e al pari di lui stregati dalla natura e dal lavoro campestre. Magico, infine, si rivela sottotraccia il legame con Vittorio Belli, visionario ideatore del territorio confinante, Igea Marina: dove le tamerici – Myricae – sono da lui fantasticate a difesa della nostra Terra.

All'esposizione nella storica residenza panziniana si accompagna quella allestita nella principale delle pertinenze del complesso, ovvero Casa Finotti, dal titolo “Laggiù sulla riva del mare”: troverete "il sandolino", piccola imbarcazione a remi appartenuta allo scrittore, insieme ad altri piccoli natanti creati da appassionati modellisti di Bellaria.

Entrambe le mostre sono state ideate e realizzate da Claudio Ballestracci e Maria Gregorio: sono visitabili gratuitamente tutte le sere dal lunedì al sabato, dalle 21.00 alle 23.00. Fino al 10 settembre 2022.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina