Dialetti: nominati i componenti del comitato scientifico previsto dalla legge regionale 16/2014

Il comitato, con funzioni propositive e consultive, è composto da Andrea Bergonzi, Gian Paolo Borghi, Alberta Tedioli, Mario Vayra e Daniele Vitali

Andrea Bergonzi, Gian Paolo Borghi, Alberta Tedioli, Mario Vayra e Daniele Vitali sono i componenti del comitato scientifico previsto dalla legge regionale 16/2014 per la “Salvaguardia e valorizzazione dei dialetti dell’Emilia-Romagna”. La nomina dei nuovi membri del comitato, a cui la legge conferisce “funzioni propositive e consultive” (articolo 5), è stata decisa dalla Giunta della Regione Emilia-Romagna con la delibera n. 1941 del 22 novembre 2021.

Andrea Bergonzi, docente di elettrotecnica e materie elettriche in un istituto superiore piacentino, ha dimostrato passione e competenza per il dialetto del suo territorio con numerose pubblicazioni e attività svolte presso associazioni di cultura locale. Gian Paolo Borghi, attualmente referente scientifico di archivi e musei etnografici, in passato ha svolto attività di docente, relatore a convegni, redattore e autore di numerosissime pubblicazioni dedicate alla cultura tradizionale, materiale e immateriale, con un’attenzione continua alla dimensione dialettale.
Alberta Tedioli è autrice di diverse raccolte di racconti e di commedie dedicate alle tradizioni e in cui protagonisti delle storie e primi destinatari delle medesime sono i bambini. Mario Vayra, già professore associato di glottologia e di fonetica e fonologia presso il Dipartimento di filologia classica e italianistica dell’Università di Bologna, ha espresso in numerosi studi e convegni le sue competenze sul fronte della fonetica e fonologia, anche dialettali. 
Daniele Vitali, funzionario dell’Unione Europea (dove è traduttore da cinque lingue europee e responsabile di visite ed eventi) ha alle spalle anni di studi e pubblicazioni sui dialetti di Bologna e provincia, tra cui un vocabolario, una grammatica e un sistema ortografico utile alla resa grafica del bolognese urbano.

La nomina è l'esito dell'Avviso pubblico per la raccolta di candidature a membro del Comitato scientifico per la salvaguardia, la valorizzazione e la trasmissione dei dialetti dell'Emilia-Romagna

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina