Scipione Sacco, “alumno primario” di Raffaello

Sabato 12 dicembre presentazione online della mostra virtuale “Scipione Sacco. Alumno primario di Raffaello”

Sabato 12 dicembre, alle ore 16,  in diretta online avrà luogo la presentazione del volume e della mostra virtuale su Scipione Sacco (1495-1558), pittore d’origine soglianese e cesenate d’adozione che le cronache artistiche indicano come “alumno primario di Raffaello”.
Per seguire la diretta streaming, si consiglia di mettere “like” alla pagina Facebook di Nove Rocche e ricevere così la notifica.
L’iniziativa si inquadra in un più ampio progetto, coordinato dal Museo e Biblioteca Renzi di San Giovanni in Galilea e promosso dalle Amministrazioni Comunali di Sogliano al Rubicone, Borghi e Longiano, volto a far luce sulla personalità e l’attività di un pittore certamente talentuoso, anche se purtroppo fin qui assai poco indagato e valorizzato.
Si è inteso, in questo modo, attraverso l’indagine sul Sacco, onorare la ricorrenza del quinto centenario della scomparsa di Raffaello Sanzio, al cui nome il pittore romagnolo è stato per secoli accostato nella letteratura artistica, fin da quando nel 1602 il figlio di Scipione, Mercurio, anch’egli pittore, in una lapide murata nella Chiesa di San Severo a Cesena volle esaltare la bravura paterna ricordandone il giovanile alunnato presso il maestro urbinate.
Mediante un’accurata indagine archivistica eseguita dal direttore del Museo e Biblioteca Renzi Andrea Antonioli e dal suo staff, si è tentato di ripercorrere la vita e l’attività di Scipione Sacco a cominciare dalle vicende che provocarono l’esilio della sua famiglia originaria di Sogliano e il presunto soggiorno romano sul quale sono emersi alcuni particolari molto suggestivi in merito all’ipotizzato contatto del giovane pittore con la bottega di Raffaello.
Di Scipione Sacco si parlerà nell’incontro virtuale condotto da Luca Mandolesi, collaboratore del Museo Renzi, con i curatori del volume e della mostra, Andrea Antonioli e Giovanni Paolo Tesei, e con Fiamma Lenzi ed Elisabetta Landi dell’Istituto regionale per i beni culturali. È prevista una testimonianza dello studioso Orlando Piraccini, al quale si deve la riscoperta del pittore nel lontano 1972. Interverranno alla diretta i sindaci dei tre Comuni promotori, il capofila Quintino Sabattini di Sogliano al Rubicone, Silverio Zabberoni di Borghi ed Ermes Battistini di Longiano. La registrazione dell'evento sarà disponibile in differita sui Social (Instagram, Facebook, etc.), Youtube e sul sito web www.museorenzi.it.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina