“Morire per amore” : a Casa Cervi l'opera del celebre artista cileno Roberto Sebastián Matta

Sabato 28 gennaio nella Sala Genoeffa Cocconi di Casa Cervi, a Gattatico (Reggio Emilia), la cerimonia di collocazione della tela, realizzata all'indomani della morte di Che Guevara

Sabato 28 gennaio 2023 alle ore 11 avverrà la collocazione dell’opera del celebre artista cileno Roberto Sebastián Matta (1911-2002) "Morire per amore" (1967) presso la Sala Genoeffa Cocconi di Casa Cervi, a Gattatico (Reggio Emilia).
L’opera viene acquisita dall’Istituto Alcide Cervi in comodato d’uso su proposta dell’Assessorato alla cultura della Regione e dell’ANPI di Bologna, associazione proprietaria dell’opera, anche nell'ottica della sua valorizzazione.
Il quadro (cm 200 x 300, tempera su tela, 1967) fu eseguito da Matta all'indomani della morte di Che Guevara e donato dallo stesso artista all'ANPI di Bologna. E' stato oggetto di diverse mostre in regione, tra le quali si ricorda "La premiata Resistenza" nel 1995, proposta come "omaggio a tutti i popoli che contro l'oppressione hanno lottato e tuttora lottano" (dal catalogo della mostra,  a cura di IBC, Bologna, 1995).

All’iniziativa interverranno: Albertina Soliani, Presidente dell’Istituto Alcide Cervi, Giorgio Zanni, Presidente della Provincia di Reggio Emilia, Anna Cocchi, Presidente di ANPI Bologna, Emma Petitti, Presidente dell’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna, Mauro Felicori, Assessore alla Cultura e al Paesaggio della Regione Emilia-Romagna. Infine, il critico e storico dell’arte Sandro Parmiggiani porterà alla scoperta dell’opera e dell’artista e architetto cileno, le cui opere sono esposte nei più importanti musei del mondo. Al termine dell’inaugurazione sarà servito un piccolo aperitivo. L'ingresso alla inaugurazione è libero e non occorre prenotazione.

«Una presenza potente, quella di Roberto Sebastián Matta a Casa Cervi, con un’opera che rievoca l’uccisione di Che Guevara condannando la violenza delle dittature», afferma Albertina Soliani, Presidente dell’Istituto Alcide Cervi. «L’evento del 28 gennaio mette in luce il valore dei rapporti istituzionali che sanno promuovere la cultura, l’arte e la coscienza civile dei cittadini. Il patrimonio artistico di Casa Cervi, valorizzato dalla Regione Emilia-Romagna con questo gesto, trova nella Provincia di Reggio Emilia un partner importante per la valorizzazione delle nostre opere d’arte in tutto il territorio. Una strategia, questa, che svilupperemo nel futuro facendo conoscere meglio a tutti le opere che sono depositate a Casa Cervi».

«L’opera di Roberto Sebastián Matta, uno degli artisti più importanti del Novecento, è collocata nella sala dedicata alla madre dei sette Fratelli Cervi - spiega Paola Varesi, Responsabile del Museo Cervi - nel cuore del percorso di visita: diventa quindi parte fondamentale di progetti allestitivi e delle attività anche didattiche che avranno al centro il patrimonio conservato e la sua ampia valorizzazione pubblica. L’Istituto Alcide Cervi presso i locali di Casa Cervi gestisce infatti un patrimonio di opere di arte contemporanea: dipinti, sculture e opere grafiche. Molte di esse rientrano nella grande stagione dell’arte sociale, richiamandosi alle tematiche resistenziali, del lavoro, della solidarietà, a partire dalla vicenda emblematica della famiglia Cervi. L’Istituto promuove questo patrimonio, che si è formato negli anni attraverso donazioni e acquisizioni, con mostre, iniziative e attività performative aperte al grande pubblico di Casa Cervi.».

Sebastian Matta, Morire per amore, 1967

Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito www.istitutocervi.it, scrivere a info@istitutocervi.it o chiamare il numero 0522 678 356

Locandina (pdf2.39 MB)

Azioni sul documento

ultima modifica 2023-01-24T12:44:35+01:00
Questa pagina ti è stata utile?

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina