Collezioni Digitali Classensi

È online il nuovo portale che valorizza le collezioni storiche dell’Istituzione Biblioteca Classense di Ravenna

Con il titolo Collezioni Digitali Classensi è online dall’11 gennaio 2023 il nuovo portale web dedicato alle raccolte storiche dell’Istituzione Biblioteca Classense di Ravenna.

Frutto della collaborazione tra la Classense e l’Università di Bologna (FrameLab / Dipartimento Beni culturali di Ravenna; DH.arc - Digital Humanities Advanced Research Centre / Dipartimento Filologia classica e italianistica di Bologna) il portale porta all’attenzione del pubblico il patrimonio digitale che la biblioteca ospita sui server istituzionali, finora accessibili solo in sede.

Il nuovo strumento di valorizzazione va ad aggiungersi alle già ingenti risorse digitali offerte dal catalogo online della Rete Bibliotecaria di Romagna e San Marino, aprendo lo sguardo sul patrimonio storico, artistico e bibliografico che l’antica biblioteca di Ravenna custodisce da più di cinquecento anni e mettendo in relazione libri, carte, fotografie, opere d’arte e di grafica, con la possibilità di ricercare liberamente tra circa 4.500 risorse e 50 collezioni.

Insieme al motore di ricerca e alla mappa che geolocalizza le risorse, il visitatore ha a disposizione vari punti di partenza per la sua esplorazione. Si può iniziare dalle vicende storiche della Classense, che affondano le radici nei primi anni del 1500, quando i monaci dell’Abbazia di Classe trovarono riparo dentro le mura della città.
Ma si possono pure percorrere i luoghi della biblioteca, scorrere i personaggi che l’hanno resa illustre, apprezzare il valore dei suoi tesori o valutare, tra questi, il peso specifico del Sommo Poeta Dante Alighieri.

Oppure si può navigare direttamente tra le collezioni digitali, ripercorrendo la storia del Teatro “Dante Alighieri” attraverso i ritratti fotografici dei suoi protagonisti, entrando nel fondo che conserva la memoria di Corrado Ricci (primo sovrintendente ai monumenti di Ravenna: sotto la sua guida vennero realizzati i restauri di San Vitale, di Galla Placidia, del Palazzo di Teodorico e di Sant’Apollinare in Classe), o anche guardando le immagini della sua raccolta fotografica e le carte del suo archivio.

La collaborazione tra istituzioni che ha dato vita alle “Collezioni Digitali Classensi” continuerà anche nei prossimi due anni, con l’obiettivo di realizzare mostre, tour virtuali e progetti di digital storytelling per promuovere la conoscenza e la fruizione delle collezioni.

Regione Emilia-Romagna / Settore Patrimonio culturale / Servizi digitali della rete bibliotecaria

Azioni sul documento

ultima modifica 2023-01-17T15:17:04+01:00
Questa pagina ti è stata utile?

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina