Custodi di voci nascoste, viaggio nei luoghi della cultura ebraica a Imola tra il Medioevo e il Rinascimento

Sabato 29 maggio alle 16.30 i ragazzi dell’Istituto Comprensivo “L. Orsini” e del Liceo Classico di Imola presentano i risultati del progetto “Custodi di voci”

Il progetto “Custodi di voci nascoste”, uno vincitori della IX edizione del concorso “Io amo i beni culturali”,  è giunto a conclusione e sabato 29 maggio i ragazzi della Scuola Secondaria di primo grado “ L. Orsini” e gli studenti  del Liceo Classico “Benvenuto Rambaldi”  di Imola presenteranno i risultati dello studio sui documenti e manoscritti ebraici presenti nell’Archivio Diocesano e nell’Archivio Storico del Comune di Imola.

L’obiettivo del progetto e del lavoro dei ragazzi è quello di riportare all’attenzione e restituire alla comunità imolese un pezzo di storia della città di cui oggi non rimane più traccia: la presenza di una vivace comunità ebraica presente in città, in particolare nel periodo tra il Medioevo e il Rinascimento.

Per due anni gli studenti di alcune classi dell’Istituto Orsini e del Liceo Rambaldi hanno studiato antichi documenti e manoscritti presenti nell’archivio diocesano e in quello comunale per ripercorrere i luoghi attorno ai quali la comunità ebraica imolese si è sviluppata lungo i secoli e ricostruire i rapporti intercorsi tra gli ebrei e i non ebrei in città.

Nonostante il lungo periodo di didattica a distanza i ragazzi sono riusciti a completare lo studio delle Bibbia Ebraica miniata di Imola conservata presso la Biblioteca Comunale (MS. N. 77) e l’analisi e traduzione in chiave digitale della pubblicazione di Andrea Ferri e Mario Giberti “La comunità ebraica di Imola dal XIV al XVI secolo” (Olschki Editore, 2006).

Lo scorso gennaio, inoltre, grazie all’aiuto e al coordinamento del Dott. Andrea Ferri e dell'esperta di documenti ebraici, Prof.ssa Katharina Koch, è stata realizzata una mappa della città con QR code “Imola ebraica” con tutte le indicazioni relative ai luoghi e alla storia della comunità ebraica imolese a partire dalle sue origini (link pdf), utilizzabile come vera e proprio percorso di trekking urbano.

Durante l’incontro conclusivo di sabato 29 maggio alle ore 16.30 saranno i ragazzi stessi a presentare i propri lavori e a porre domande agli esperti presenti al tavolo dei relatori: il prof. Mauro Perani, Ordinario di Ebraico presso l’Università di Bologna e Presidente della European Association for Jewish Studies, il dott. Andrea Ferri, Vice archivista dell’Archivio Diocesano e Direttore de Il Nuovo Diario Messaggero e la prof.ssa Katharina Koch dell'Associazione BookWithinBooks.

COME PARTECIPARE ALL'EVENTO

E’ possibile seguire la diretta dell’evento in streaming collegandosi il 29 maggio alle 16.30 sulla pagina Facebook o sul sito dell’Istituto Orsini e del Liceo Classico Rambaldi oppure partecipando in presenza prenotando il proprio posto presso la Sala Conferenze dell’Archivio Diocesano di Imola in Piazza Duomo, 1 compilando il seguente form: https://forms.gle/7aZRRtNRMqQrSDjk9

IL PROGRAMMA

  • Saluti iniziali
  • Breve presentazione del Progetto, a cura della prof.ssa Anna Garbesi – IC7 Imola
  • La collaborazione tra scuola e archivi, a cura del dott. Andrea Ferri dell’Archivio Diocesano di Imola
  • Tracce della Comunità ebraica a Imola, a cura dei ragazzi del Liceo Classico B.Rambaldi e dell’IC7 di Imola
  • L’intervista dei ragazzi agli esperti

 

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina