"Arte e spazio pubblico": aperta la "call for abstract" per le giornate di studio

Fino al 15 novembre si possono inviare casi di studio, analisi, indagini e approfondimenti sui temi in discussione

Cinque gruppi di lavoro a confronto sul tema dell’arte nello spazio pubblico dal dopoguerra a oggi e cinque giornate di studio in programma tra gennaio e febbraio 2022: è la doppia proposta di "Arte e spazio pubblico", iniziativa congiunta della Direzione generale Creatività Contemporanea e della Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali, a cui partecipa anche la Regione Emilia-Romagna, attraverso il Servizio Patrimonio culturale.

I cinque gruppi, formati formati da almeno tre esperti (accademici, ricercatori, professionisti) e accompagnati nei lavori da un rappresentante della Direzione generale o della Fondazione, sono suddivisi in base alle tematiche: spazio e territori; conoscenza e promozione; politiche e pratiche; questioni di diritto; questioni di conservazione. 
Il Servizio Patrimonio culturale partecipa al gruppo "Conoscenza e promozione" attraverso la responsabile della valorizzazione del patrimonio culturale del Servizio, Claudia Collina, autrice, tra l'altro, di un volume, disponibile anche online, dedicato all'applicazione della legge del 2% in Emilia-Romagna (Il percento per l'arte in Emilia-Romagna). 

Per le cinque giornate di studio (24, 25 e 31 gennaio / 1 e 11 febbraio 2022) è aperta la "call for abstract": fino al 15 novembre 2021 si possono presentare casi di studio, analisi, indagini e approfondimenti per partecipare al dibattito. 
I contributi proposti potranno affrontare una o più tematiche tra quelle individuate dalle linee di ricerca: il rapporto tra passato e presente; la partecipazione; la progettazione come processo multidisciplinare e integrato; gli aspetti giuridico-normativi e i modelli di policy; gli strumenti di conoscenza e condivisione; la conservazione delle opere nello spazio pubblico.
Gli abstract (massimo 2000 battute spazi inclusi, in lingua italiana o inglese), accompagnati da una breve biografia (massimo 1300 battute spazi inclusi), vanno inviati attraverso il form disponibile online. L’accettazione degli abstract sarà comunicata via email entro il 3 dicembre 2021.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina