Decolonizzare la città per decolonizzare l’immaginario

L’1 dicembre, nel Centro studi “Amilcar Cabral” a Bologna, si tiene l’ultima conferenza a margine della mostra “Libia 1911. Colonialismo e collezionismo”, aperta al Museo civico del Risorgimento fino al 10 dicembre

Fino al 10 dicembre 2022, nel Museo civico del Risorgimento a Bologna, la mostra Libia 1911-1912. Colonialismo e collezionismo permette di vedere le fotografie e gli oggetti raccolti in Libia dalla Croce Rossa bolognese durante la guerra italo-turca. L’esposizione, curata da Luca Villa con la collaborazione di Mirtide Gavelli e Otello Sangiorgi, recupera la memoria di un importante episodio del colonialismo italiano postunitario in Africa ed è arricchita dai materiali della collezione di Carlo Mazzetti, un bolognese che visse per oltre cinquant’anni in Egitto e che inviò nella città natale oggetti prelevati dai campi di battaglia della guerra anglo-mahdista. 

Giovedì 1 dicembre, alle ore 17:30, il Centro studi “Amilcar Cabral” ospita l’ultima delle quattro conferenze organizzate a margine della mostra per far conoscere le vicende belliche che avviarono l’espansione coloniale italiana durata fino alla fine della Seconda guerra mondiale e per seguire le traiettorie del collezionismo coloniale in Italia e in Europa.
Sul tema “Decolonizzare la città per decolonizzare l’immaginario: educazione pubblica come responsabilità comune” intervengono lo scrittore Giovanni Cattabriga (Wu Ming 2), la storica Cristiana Fiamingo e il consigliere comunale Sefaf Siid Negash Idris, moderati dallo storico Luca Villa.

L’incontro racconterà le esperienze realizzate in varie città italiane, a partire da Bologna, per sviluppare una coscienza civica e civile orientata verso la responsabilizzazione rispetto al passato coloniale: passeggiate culturali, azioni e performance. Gli ospiti descriveranno alcuni episodi, l’impatto che hanno ottenuto e gli esiti futuri di questi progetti.

La mostra “Libia 1911-1912. Colonialismo e collezionismo” - realizzata in collaborazione con la Regione Emilia -Romagna, la Città di Medicina, la Cineteca di Bologna, i Musei civici d’arte antica - Musei civici Bologna, il Comune di Bologna - Centro studi “Amilcar Cabral” e l’Istituto per la storia del Risorgimento italiano - Comitato di Bologna - è inserita nel calendario 2022 della “Festa internazionale della storia”.

Programma “Libia 1911-1912. Colonialismo e collezionismo” (pdf437.1 KB)

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/11/24 09:58:00 GMT+1 ultima modifica 2022-11-24T10:03:58+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina