Archeologia a Riccione

Dal 22 dicembre, nel Museo del Territorio “Luigi Ghirotti”, una mostra racconta gli scavi condotti nel sito del Castello degli Agolanti a Riccione. All’inaugurazione si presentano gli esiti del progetto “MEET”, premiato dal concorso regionale “Io amo i beni culturali”

Giovedì 22 dicembre 2022, alle 17, nel Museo del Territorio “Luigi Ghirotti di Riccione (Rimini), si inaugura una mostra fotografica dedicata alla campagna di scavi archeologici che di recente è stata condotta nel sito del Castello degli Agolanti sotto la direzione dell’Università di Bologna - Dipartimento di Storia Culture Civiltà.
L’esposizione, intitolata “Archeologia a Riccione” e realizzata a cura del Museo del Territorio in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini, resta aperta fino al 25 febbraio 2023 nella galleria del Centro della Pesa (sede del Museo).

Le immagini in mostra raccontano le tappe principali della campagna di scavi, l’attività di ricognizione sul territorio promossa e diretta dalla Soprintendenza, le fasi di studio con i laureandi e gli studenti dell’Università nei depositi del museo e la carta delle potenzialità archeologiche. A testimonianza delle tracce del passato riccionese sono esposti alcuni dei reperti archeologici rinvenuti nelle zone limitrofe al Castello degli Agolanti e conservati nel deposito del Museo.

L’inaugurazione è anche l’occasione per presentare due delle iniziative nate dal progetto MEET, premiato dalla Regione Emilia-Romagna nell’ambito della decima edizione del concorso “Io amo i beni culturali” (2021-2022).
Il progetto, condotto dal Museo del Territorio e dal Liceo scientifico e artistico “Alessandro Volta - Federico Fellini” di Riccione, con il coinvolgimento dell’Istituto comprensivo 1 “Gianfranco Zavalloni”, applica un format sviluppato dal gruppo di ricerca Design for heritage and cultures dell’Università di San Marino e si concentra su due aree di interesse culturale: il Castello degli Agolanti e il porto.

Gli studenti coinvolti hanno messo a punto due installazioni poste rispettivamente all’interno e all’ingresso del Museo: un tavolo interattivo che anima alcuni quaderni inediti di Luigi Ghirotti, figura importante per gli studi di storia e archeologia locali, e una proiezione che si attiva al passaggio dei visitatori con il racconto delle vicende di cui è stata protagonista la “Saviolina”, il celebre lancione da pesca varato negli anni Venti del Novecento e di recente restaurato.

Locandina della mostra “Archeologia a Riccione” (pdf641.09 KB)

Regione Emilia-Romagna / Settore Patrimonio culturale / Concorso “Io amo i beni culturali”

Azioni sul documento

ultima modifica 2022-12-28T09:32:49+01:00
Questa pagina ti è stata utile?

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina