ART BONUS E CROWDFUNDING: strategie di finanziamento per i musei

L’8 luglio 2021 il Servizio Patrimonio culturale della Regione Emilia-Romagna, con la collaborazione di ART-ER, ha organizzato un seminario online dedicato agli strumenti dell’Art bonus e del Crowdfunding.

L’evento è stato trasmesso sui canali social ed è disponibile ai link:
facebook.com/arteremiliaromagna/videos/353389419468515
youtube.com/C/ARTEREMILIAROMAGNA

 

L’attivazione di strategie di finanziamento per la gestione e la valorizzazione del museo e delle collezioni rientra fra gli obiettivi di miglioramento dei Livelli Uniformi di Qualità per i musei.

 

Art Bonus? Di cosa si tratta?

È una misura fiscale introdotta con la Legge 106/2014 a sostegno del mecenatismo a favore del patrimonio culturale e si tratta di un credito d'imposta per le erogazioni liberali in denaro a sostegno della cultura e dello spettacolo.

 

Cosa si può finanziare con l’art bonus?

  1. Restauro di beni culturali pubblici
    B. Sostegno a luoghi della cultura pubblici o enti di spettacolo
    C. Potenziamento o realizzazione di nuove strutture di spettacolo di enti pubblici
    Al donatore spetta un credito d’imposta del 65% da scalare in tre anni

Cosa fare per gestire una raccolta ?  
1° step: registrarsi sul portale governativo www.artbonus.gov.it
2° step: creare e pubblicare la pagina di raccolta intitolata al museo
3° step: pubblicare le informazioni anche sul proprio sito web istituzionale
4° step: promuovere la raccolta sui propri canali di comunicazione
5°step: tenere aggiornata la scheda di raccolta registrando regolarmente le erogazioni ricevute e le spese sostenute
6° step: chiudere la raccolta quando raggiunto il proprio obiettivo.

Per approfondire

https://artbonus.gov.it/cose-artbonus.html

A chi rivolgersi

info@artbonus.gov.it

 

Cosa è il crowdfunding?

Si tratta di finanziamento collettivo, cioè di raccogliere denaro da più persone per finanziare la realizzazione di un progetto.

Come fare crowdfunding?

Ci si rivolge a una piattaforma di crowdfunding dove si pubblica il progetto e si stabilisce un obiettivo di raccolta, identificato magari tramite una startup valuation.

Perché un museo fa crowdfunding?

  • per raccogliere fondi in vista di un progetto speciale
  • per coinvolgere la community
  • per pre-vendere biglietti
  • per trovare nuovi partner
  • per mettere alla prova il team
  • per fare comunicazione

Il servizio di ART-ER di orientamento e primo accompagnamento  al crowdfunding, si apre agli Enti Locali dell’Emilia-Romagna, che potranno ricevere gratuitamente orientamento e assistenza nell’organizzazione di campagne di raccolta fondi. In particolare, il servizio KICK-ER, è gratuito ed è creato per orientare e accompagnare musei, startup, imprese o progetti d’impresa, laboratori di ricerca ed enti locali che hanno progetti innovativi e intendono lanciare una campagna di crowdfunding per la loro realizzazione.

Per approfondire

ART-ER.IT

KICK-ER.IT

A chi rivolgersi

Martina.lodi@ART-ER.IT

Programma

10.30-10.40 introduzione | Cristina Ambrosini, Servizio Patrimonio culturale - Regione Emilia-Romagna

10.40-11.00 panoramica sull’Art Bonus (pdf1.44 MB) | Lucia Steri, Responsabile Comunicazione Art Bonus - ALES SpA 

11.00-11.20 caso studio/Art Bonus | Diego Galizzi, Museo Civico delle Cappuccine, Bagnacavallo (RA)

11.20-11.40 panoramica sul Crowdfunding per i beni culturali (pdf3.11 MB) | Martina Lodi, ART-ER

11.40-12.00 caso studio/Crowdfunding (pdf3.15 MB) | Valeria Vettorato, Museo Bottacin - Musei Civici di Padova

12.00-12.15 aspetti fiscali di Art Bonus e Crowdfunding (pdf1.5 MB) | Antonella Pasini, Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Bologna

12.15-12.30 dibattito

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/07/23 16:22:00 GMT+2 ultima modifica 2022-02-25T18:14:40+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina