La catalogazione dei beni culturali

Le attività di catalogazione e la costituzione del Catalogo digitale del Patrimonio Culturale dell'Emilia-Romagna

È il processo di organizzazione sistematica, su supporto digitale, delle informazioni relative al patrimonio culturale regionale, sulla base di schede redatte secondo modalità descrittive e regole condivise. Per attuare la catalogazione si utilizzano gli standard definiti dall'Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione - ICCD oppure i modelli descrittivi messi a punto dall’IBC quando non sono disponibili tracciati nazionali.

Il Catalogo, ovvero l’insieme delle schede di catalogazione, costituisce un indispensabile strumento di conoscenza messo a disposizione di tutti i possibili utenti, a partire dagli operatori dei musei e in un’ottica sempre più allargata di fruizione del patrimonio culturale regionale. Proprio per questo le attività catalografiche e di censimento delle collezioni museali e dei beni culturali presenti sul territorio emiliano-romagnolo rappresentano un importante settore nella programmazione degli interventi diretti IBC.

Il programma delle attività di catalogazione si definisce annualmente all’interno del Piano museale e deriva dalle esigenze espresse attraverso le richieste dei soggetti titolari dei beni e dai fabbisogni emersi come risultato dell’azione di consulenza svolta capillarmente sul territorio regionale dall’IBC.

Link utili

A chi rivolgersi

Francesca Ricci
Tel. +39 051 527 66 52 - mob. 339 683 7162
Francesca.Ricci@regione.emilia-romagna.it

Isabella Giacometti
Tel. +39 051 527 66 36
Isabella.Giacometti@regione.emilia-romagna.it


Azioni sul documento

pubblicato il 2019/12/05 14:18:00 GMT+2 ultima modifica 2021-01-21T19:27:20+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina