Perchè una masterclass

Il punto sui depositi nei musei dell’Emilia-Romagna

Come difendere un deposito museale dall’ingresso di materiali che poco hanno a che vedere con le collezioni o con gli strumenti per la loro gestione? Come realizzare un piano di riordino per una gestione professionale duratura? Come rendere accessibile un bene in tre minuti senza spostare più di due oggetti? Chi opera nella comunità museale sa bene quanto sia strategico poter contare su un deposito ordinato, presupposto essenziale a una corretta conservazione del bene e prim’ancora al suo stesso reperimento.

Per questo il Servizio Patrimonio culturale della Regione Emilia-Romagna, da tempo impegnato su questi temi, ha attivato una iniziativa di mentorship pensata per i conservatori e gli operatori museali dell’Emilia-Romagna che hanno in cura le collezioni a deposito. L’iniziativa si colloca nell’ambito delle linee-guida presentate nel convegno organizzato da ICOM-Italia a Matera nel 2019, e del dibattito aperto da IBC con i musei del territorio in occasione di un Convegno internazionale a dicembre 2019, in cui veniva annunciato l’offerta formativa Re-ORG a favore della comunità museale regionale.

Nella tradizione italiana il museo ha sede per lo più in un complesso monumentale storico e raramente dispone di spazi progettati ad hoc. Più spesso si tratta di spazi rifunzionalizzati. Complessi monastici convertiti alla funzione pubblica. Complessi residenziali di antico lignaggio, principeschi e ducali, e, prim’ancora, fortezze difensive trasformate in dimore storiche e ora sedi museali. Case di poeti, artisti, scienziati, uomini di ingegno. Con lo stratificarsi delle destinazioni d’uso, edificio e collezioni hanno dato vita a un palinsesto traboccante di significati: lo spazio si adatta ma non si reinventa.

Senza questa premessa non si comprenderebbe la richiesta da parte delle istituzioni museali, e sempre più frequente, di assicurare la gestione dei depositi a criteri di qualità. I depositi, come del resto tutti gli spazi del museo, si trovano per lo più in ambienti nati per altro. Spesso sono lontani dal piano nobile, talvolta all’esterno, in prefabbricati industriali.

Il museo del terzo Millennio opera in un contesto internazionale, dispone di risorse digitali, è aperto al dialogo, promuove l’attenzione sul patrimonio attraverso una politica attiva di prestiti, rinnova gli sguardi, allarga la propria capacità di coinvolgimento. E per farlo deve prima operare sulla cura delle collezioni.

In questo il deposito svolge un ruolo decisivo. E' il luogo dove si conserva la parte quantitativamente più rilevante delle collezioni e già questo basta per comprendere quanto sia essenziale una gestione professionale, su base scientifica, per le funzioni a cui deve assolvere:

> la tutela

> la conservazione

> l’identificazione tempestiva e universale

> la sicurezza

> la velocità di prelievo

> l’immediata disponibilità su richiesta    

E’ proprio per andare incontro con risposte concrete alla domanda di sostegno da parte dei musei della Regione che il Servizio Patrimonio culturale ha inteso proporre un corso, una masterclass, che ha come scopo non la formazione tecnica ma l’apprendimento di un metodo che, una volta acquisito, si consolida in metodica permanente e linguaggio internazionale per condividere le pratiche di qualità con la comunità museale di tutto il mondo. [Link 3]

Il metodo è quello di RE-ORG e il parternariato è con ICCROM che lo ha sviluppato. Il valore complessivo dell’impegno, culturale e finanziario, della Regione è di assicurare l’esperienza formativa agli standard della comunità museale internazionale.

> Scarica la guida al corso RE-ORG  (pdf5.47 MB)

> Scarica l'infografica del Metodo RE-ORG (pdf4.24 MB)

> Scarica l'approfondimento "L’essenziale è invisibile agli occhi. Tra cura e ricerca le potenzialità dei depositi museali". (pdf221.16 KB) Giornata di studi, Matera, Palazzo Lanfranchi 15 marzo 2019 | Documento finale

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/06/18 12:54:00 GMT+2 ultima modifica 2021-07-20T15:25:50+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina