Costruzione di una masterclass

Guida rapida al percorso formativo con uno sguardo alla struttura del corso

“Soyez réaliste, demandez l’impossible”. Con un’idea in tasca e la pandemia contro, il Servizio Patrimonio culturale della Regione Emilia-Romagna ha guardato in faccia l’emergenza sanitaria alzando l’asticella della sfida. Come immaginare un corso concepito e brevettato con l’obiettivo del riordino fisico di un deposito museale da realizzare in gruppo nell’età del distanziamento fisico imposto dall’emergenza sanitaria per il contenimento e il contrasto alla diffusione del virus Covid-19?

Questa è la sfida lanciata da IBC, quindi dal Servizio Patrimonio culturale della Regione Emilia-Romagna, sostenuta con convinzione dalle rispettive direzioni di Claudio Leombroni e Cristina Ambrosini, per immaginare l’inimmaginabile: fare scuola quando le condizioni sanitarie non consentono la presenza. Il riordino dei depositi museali, che il metodo RE-ORG prevede in squadra e sul posto, non può prescindere dalla relazione fisica con il “corpo” dell’opera. Ma quella relazione fisica con l’emergenza sanitaria è diventata interdetto.

Su questa sfida Servizio Patrimonio culturale e ICCROM hanno intrapreso la strada della ricerca per dare corpo a un format in didattica a distanza ma con la compresenza di due operatori in squadra alla stessa postazione per ogni museo partecipante. Il grande sforzo di adattamento di un format che nasce per essere esperienza dal vivo e che in presenza si arricchisce delle prerogative del lavoro in équipe, a un formato digitale è stato realizzato con successo grazie all’utilizzo della piattaforma ZOOM e feedback di conferma per l’avanzamento con segnaletica rossa e verde.

Il contesto generale dell’emergenza sanitaria ha richiesto poi una rimodulazione dell’obiettivo del corso dal riordino del deposito al Piano di riordino di un ambiente, vale a dire a un progetto, redatto secondo la metodologia RE-ORG, da sottoporre ad autorizzazione del direttore e dell’assessore, così da condividere gli obiettivi sulla conservazione del patrimonio (pdf102.04 KB) e disporre di un documento di immediata attuazione. 

La masterclass, che normalmente si articola in quattro fasi e si conclude con il riordino, è rimodulata in 3 Fasi che comprendono lezioni frontali con l’inserimento progressivo di lavori individuali e di gruppo, propedeutici alla acquisizione del metodo, fino alla redazione del Piano di riordino. Il programma, dalla scansione serrata, prevede un totale di 1.400 slide e si svolge in 14 lezioni della durata complessiva di 50 ore per un impegno di 3 settimane con avvio a fine aprile 2021 e conclusione il 30 giugno 2021 (consulta il calendario delle lezioni (pdf179.66 KB)).

Questi i temi trattati:

> Fase 1 – Presentazione del metodo RE-ORG – Obiettivo e Metodo – Concetto di Collezione – Lo Spazio – I 10 criteri di Qualità – Lavoriamo in squadra

> Fase 2 – Allestimento della stanza – Documenti alla partenza – Sistema di localizzazione – Arredi

> Fase 3 – Ambienti – Abbozzare la pianta 5 – Mobili e arredi – Movimentazione

Il doppio impegno di traduzione, verso l’edizione in lingua italiana e verso il formato digitale, ha permesso di mettere a punto un patrimonio di materiali che da ora sono disponibili, nelle forme e nei modi previsti dalle policy di ICCROM e di Regione Emilia-Romagna, per altre edizioni con l’idea di investire nel tempo perché il Metodo RE-ORG possa farsi patrimonio condiviso ed esperienza pilota per i musei italiani che lo vorranno.

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/07/20 14:33:28 GMT+1 ultima modifica 2021-07-20T14:33:28+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina