Un raccolto lungo due secoli

Il completamento dell’inventariazione nell’Archivio storico del Comune di Molinella

L’Archivio storico del Comune di Molinella raccoglie la documentazione prodotta dall’ente nell’arco di quasi due secoli: dal 1797 al 1981. Anni di trasformazioni profonde, in cui questa città di pianura, con le proprie peculiarità, ha preso parte alla grande storia. Da qui partirono molti dei patrioti che parteciparono alla cacciata degli austriaci da Bologna l’8 agosto 1848, e anche in queste campagne votate alla coltivazione del riso, come in altre zone dell’Emilia-Romagna, si radicò il movimento che univa braccianti, mondine e operai nella difesa dei loro diritti: non a caso, ai primi del Novecento, fu eletto sindaco il socialista Giuseppe Massarenti, che diede vita a un coraggioso piano edilizio volto a costruire scuole e case popolari.

L’archivio storico comunale, che durante la Seconda guerra mondiale ha subìto gravi danni, ha avuto sede nella Torre civica del capoluogo e poi in due ex scuole delle frazioni di San Pietro Capofiume e Marmorta. Dal 2004 la maggior parte della documentazione conservata dal Comune di Molinella è confluita nella sede municipale e qui ha preso avvio un intervento di riordino e inventariazione che si è concluso nel 2015 con la pubblicazione dell’inventario. Il nuovo intervento di inventariazione, finanziato dalla Legge regionale 18/2000, completa quello precedente e prevede tra l’altro:

> La descrizione delle serie documentarie dell’archivio storico non comprese nell’inventario pubblicato, tra cui: Carteggio “Finanze” (1923-1982); Registri di protocollo e indici dei registri di protocollo (dal 1951); Case popolari (1927-1948); Deliberazioni di Giunta e Consiglio (dal 1958); Contratti (dal 1927); Colonie marine; Stato civile e Anagrafe (dal 1866); Ruoli matricolari (dal 1878); Liste di leva (dal 1904); Pratiche edilizie (dal 1953); Rubriche e registri di accesso alle concessioni (dal 1952).

> L’inventariazione analitica del carteggio amministrativo dal 1871 al 1976.

> Una prima descrizione delle carte relative alle antiche associazioni assistenziali esistenti sul territorio, tra cui l’Opera pia “Valeriani” (ospedale e farmacia), l’Opera pia “Viviani” (asilo infantile), l’Opera pia “Ricovero di mendicità” e le Opere pie “Riunite”.

> Il completamento della descrizione dei soggetti produttori degli archivi (forme autorizzate delle denominazioni; date di esistenza; storia; bibliografia), da mettere in relazione non solo con gli archivi prodotti, ma anche con le descrizioni di altri soggetti produttori e di altre risorse informative correlate.
 
L’intervento si concluderà con l’individuazione delle unità eventualmente passibili di scarto, la riorganizzazione fisica in contenitori adatti alla conservazione e l’etichettatura definitiva delle unità di conservazione.


Galleria fotografica


Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina